mercoledì 17 luglio 2013

EFF entra a far parte della coalizione Massiva che richiede la riforma dei brevetti

17 Luglio 2013. Oggi EFF si unisce ad una coalizione di 50 organizzazioni per inviare una lettera al Congresso sollecitando il legislatore a concentrarsi sulla ricerca  - e l'approvazione - di soluzioni efficaci per l'abuso dei brevetti. Questa lettera riunisce un gruppo straordinariamente eterogeneo di aziende, compresi i rivenditori, sviluppatori di applicazioni e servizi finanziari istituzioni, così come le organizzazioni di interesse pubblico come il Public Knowledge e EFF. Insieme, chiediamo al Congresso di agire immediatamente per frenare i contenziosi devastanti patent troll.

Con i troll prendono tutti come obbiettivi, dai bar che forniscono Wi-Fi , ai podcaster , fino agli utilizzatori di normali attrezzature per ufficio, il movimento per la riforma dei brevetti si estende ora ben oltre le imprese tecnologiche. Come spiega la lettera di oggi:
I troll non citano più solo le grandi aziende tecnologiche. Piccole e medie imprese di tutti i tipi, tra cui start-up, sono ora gli obiettivi più frequenti. Nel 2012, i troll hanno citato più società  non-tech che tecnologiche, che coprono una vasta gamma di imprese americane.
Queste cause costano all'economia americana 80 miliardi di dollari nel 2011, e le aziende produttive hanno fatto $29 miliardi di pagamenti diretti. Nelle mani dei troll dei brevetti, i brevetti sono una tassa sull'innovazione.

La lettera di oggi al Congresso è parte del crescente consenso per la riforma dei brevetti. Sia con il Presidente e leader del Congresso che propongono soluzioni , ora è il momento di cambiare.


https://www.eff.org/deeplinks/2013/07/eff-joins-massive-coalition-calling-patent-reform